Quo
 
Vadis,
 
Aida?
 

Quo Vadis, Aida?, Jasmila Zbanic

Quo Vadis, Aida?

di Jasmila Zbanic, Bosnia-Herzegovina, Austria, Romania, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Francia, Norvegia, 103
con Boris Isakovic, Boris Ler, Dino Bajrovic, Edita Malovcic, Emir Hadžihafizbegović, Izudin Bajrovic, Jasna Djuričić, Johan Heldenbergh, Raymond Thiry.

Quo Vadis, Aida?, Jasmila Zbanic

Trama

Bosnia, luglio 1995. Aida è un’interprete che lavora con l’Organizzazione delle Nazioni Unite nella cittadina di Srebrenica. Quando l’esercito serbo occupa la città, la sua famiglia è tra le migliaia di cittadini che cercano rifugio nell’accampamento delle Nazioni Unite. Come persona informata sulle trattative, Aida ha accesso a informazioni cruciali per le quali è richiesto il suo ruolo di interprete. Cosa si profila all’orizzonte per la sua famiglia e la sua gente? La salvezza o la morte? Quali passi dovrà intraprendere?

 

Prenota qui il tuo posto

 

 

Regia

Jasmila Zbanic

Cast

Boris Isakovic, Boris Ler, Dino Bajrovic, Edita Malovcic, Emir Hadžihafizbegović, Izudin Bajrovic, Jasna Djuričić, Johan Heldenbergh, Raymond Thiry.

Durata

103′

Paese di produzione

Bosnia-Herzegovina, Austria, Romania, Paesi Bassi, Germania, Polonia, Francia, Norvegia

Premi

Il film è stato premiato agli European Film Awards (miglior film, miglior regista e migliore attrice), Miglior Film Straniero ai Spirit Awards, Premio del Pubblico al Rotterdam FF. E' candidato agli oscar.

Calendario
 

giovedì 20 gennaio 2022
h: 20:40
6,00 € / Intero
4,00 € / Ridotto under 26 e over 65
venerdì 21 gennaio 2022
h: 21:00
Versione Originale serbo con sottotitoli
6,00 € / Intero
4,00 € / Ridotto under 26 e over 65
domenica 23 gennaio 2022
h: 18:00
6,00 € / Intero
4,00 € / Ridotto under 26 e over 65
martedì 25 gennaio 2022
h: 18:00
6,00 € / Intero
4,00 € / Ridotto under 26 e over 65
mercoledì 26 gennaio 2022
h: 21:30
6,00 € / Intero
4,00 € / Ridotto under 26 e over 65
giovedì 27 gennaio 2022
h: 18:00
6,00 € / Intero
4,00 € / Ridotto under 26 e over 65

Recensioni
 

MyMovies - Prendendo spunto dalla vicenda realmente accaduta al traduttore Hasan Nuhanovic, Zbanic costruisce su un onnipresente personaggio femminile un dramma incalzante, che attraversa la tragedia e la ricostruzione storica con la medesima attitudine e con il medesimo sguardo. Quello di Aida – su cui Zbanic incolla la macchina da presa – che con la sua fermezza e lucidità di madre e di insegnante, di moglie e di guida, sembra non smarrire mai il controllo in una situazione apparentemente ingestibile.

 

Quinlan.it - La regista bosniaca Jasmila Žbanic (Orso d’Oro 2006 per Il segreto di Esma) affronta la sfida insidiosa di ripercorrere i passaggi che portarono alla più grande strage avvenuta in Europa dal secondo dopoguerra, quella di Srebrenica del luglio del 1995. Il risultato è Quo Vadis, Aida? in Concorso alla Mostra di Venezia. Un film implacabile, sobrio, privo di retorica, classico, poco appariscente, ficcante, dolorosissimo. (...) È inevitabile che Quo Vadis, Aida? termini un po’ più in là, a guerra finita, ponendo l’inquietante domanda non solo di come sia stato possibile ma sopratutto di come sia possibile continuare e continuare a persistere, a restare (al mondo, gli uni con gli altri, ancora e ancora). Nel film non vediamo immagini di morte. Ma immagini di bambini ignari, a scuola, con la straniante sensazione che l’umanità ricominci sempre da capo, di nuovo, da zero. A vivere, a conoscere, a raccontare, a non imparare, a sbagliare…

 

Internazionale.it - Appassionante e trascinante senza furberie, il film interroga le nostre bugie e i nostri silenzi, non solo quelli serbi e bosniaci, ma anche quelli dell’opinione pubblica, della comunità internazionale. In altre parole, tutto è in campo perché tutto è fuori campo. Fino al finale nell’oggi dove alcuni bambini, in una rappresentazione teatrale seguendo i fili dell’invisibile, mimano la necessità di saper volare con la mente e di aprire gli occhi dopo averli chiusi. Come dopo una violenta litigata per una sbronza, nessuno sembra più capire il perché di quell’odio, di quella crudeltà insensata e tutti sembrano vergognarsi e voler rimuovere i fatti.

Prossimamente
 

  • C'era una volta in Italia - Giacarta sta arrivando, Federico Greco, Mirko Melchiorre
    C'era una volta in Italia - Giacarta sta arrivando, Federico Greco, Mirko Melchiorre
    giovedì 9 febbraio 2023
  • Tutto Il Nostro Sangue #42 | We Are Waves + EUF + Brina
    Tutto Il Nostro Sangue #42 | We Are Waves + EUF + Brina
    sabato 18 febbraio 2023
  • The Legendary Pink Dots
    The Legendary Pink Dots
    venerdì 24 febbraio 2023
follow
 
us
 
bloom map
via Curiel, 39
20883 Mezzago (MB)
tel 039 623853
fax 039 6022742

Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate
Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate

© 2023 Cooperativa Sociale il Visconte di Mezzago - Cookie Policy
P.IVA 00920870961 - CF 08689650151