zolle23 febbraio.jpg

INSTRUMENTAL 2: ZOLLE - HIBAGON - VULBO

SABATO 23 FEBBRAIO ore 22.00

INSTRUMENTAL 2

3 band, 3 sound, milioni di parole

Quando mai avete avuto 3 band in una sera?

 

Chi suona?

// Zolle //

Solo chi conosce la disinvoltura di un bovino mentre defeca può comprendere la genesi dei brani degli Zolle.

 

Figli di un percorso naturale, diretti, compatti, soggetti a forza di gravità.Di impatto sicuro, con anima calda che non si esaurisce nel cadere al suolo.

 

Neppure gli schizzi si perdono.In questa contemporaneità, complessa e indefinita, i pezzi di Zolle affermano l’essenziale, presentandosi come solchi di terra della pianura da cui provengono.Venendo rotti, rivoltati, sbriciolati, tritati.

 

Odori e profumi si confondono in un’unica massa sonora: Zolle.zòlla (o zòlla) s. f. [dal longob. *zolla, ted. medio zolle «massa compatta» (di sterco)].

 

// Hibagọn //

Hibagon è un heavy duo bergamasco reattivo dal 2011 che incanala l'energia della formula chitarra + batteria in trame irregolari in bilico tra rigore matematico e sfogo istintivo.

Dopo l'uscita di 2 EP nel 2011 e nel 2014, e dopo aver suonato in tutta Italia, mezza Europa, e un quarto di scantinato, nel 2017 pubblica il primo vero e proprio LP di 12 tracce dal titolo "POLYPOSMIC".

 

Il disco, uscito in versione CD e LP un ensemble di 10 etichette

Italiane ed Europee, è più diretto e dinamicamente obliquo che mai, e rafforza ulteriormente l'impatto live del duo.

Provare per c(r)edere.

 

// VULBO //

[...] Rapiti e catapultati in questa lercia versione del nostro mondo, conobbero molti strani esseri che, atterriti, si raccomandarono con i nostri tutti nel medesimo modo: “FATE ATTENZIONE A VULBO!”.

 

Tra il frastornato e l’incredulo, Ale e Tone non dettero troppo peso a queste parole (anche perché, diciamocelo, chi

darebbe retta ad una lumaca parlante?) e si avventurarono oltre nelle lande desolate.

 

[...] Ora ai due non rimane che diffondere il verbo: rendere noto alle masse che Vulbo è tra di noi, la Terra è in pericolo e la Tetra Dimensione incombe!

 

Riusciranno i nostri eroi a impedire che il mondo, così come lo conosciamo, venga ammantato da un sudario di viscidume? Ai posteri (se ci saranno) l’ardua sentenza!

 

> Apertura porte ore 22.00

> Ingresso €5

Gli artisti?

  • Headliner Zolle from ItaliaFacebookWebsiteYoutube

    ZOLLE è un duo heavy rock chitarra e batteria, Infesta è loro terzo album.

    Registrato e mixato tra agosto e settembre 2016 da Giulio Ragno Favero (il Teatro degli

    Orrori, Zu, OvO, MoRkObOt, One Dimensional Man) al Lignum studio di Padova e

    Masterizzato da Andrea

    Bernie de Bernardi all'Eleven Studio di Busto Arsizio (Va).

    L'artwork del disco è curato da Eeviac e Berlikete.

    Infesta suona energico, pesante, positivo. Forse negativo.

    Buon divertimento.

  • Headliner HIBAGON from ItaliaWebsiteFacebook

    Hibagon è un heavy duo bergamasco reattivo dal 2011 che incanala 
    l'energia della formula chitarra + batteria in trame irregolari in 
    bilico tra rigore matematico e sfogo istintivo.   
    Dopo l'uscita di 2 EP nel 2011 e nel 2014, e dopo aver suonato in tutta 
    Italia, mezza Europa, e un quarto di scantinato, nel 2017 pubblica il 
    primo vero e proprio LP di 12 tracce dal titolo "POLYPOSMIC".
    Il disco, uscito in versione CD e LP un ensemble di 10 etichette 
    Italiane ed Europee, è più diretto e dinamicamente obliquo che mai, e 
    rafforza ulteriormente l'impatto live del duo.
    Provare per c(r)edere.

  • Headliner Vulbo from ItaliaWebsiteFacebook

    Vulbo è un duo Math Rock, Stoner Bergamasco

    La loro missione è diffondere il verbo: rendere noto alle masse che Vulbo è tra di noi, la Terra è in pericolo e la Tetra Dimensione incombe! Riusciranno a impedire che il mondo, così come lo conosciamo, venga ammantato da un sudario di viscidume?

Quando?

  • Sabato 23 febbraio 2019 ore 21:00

Prezzi?

  • €5,00

Futuro random

davide_genco_fb.jpg
DOVE BISOGNA STARE.png
8. COSA DIRA' LA GENTE.png
51364594_2261316473930755_159055094376038400_n.jpg