Mediterranean
Fever

Mediterranean Fever, Maha Haj

Mediterranean Fever

di Maha Haj, Germania, Francia, Cipro, Palestina, 2022, 108
con Amer Hlehel, Ashraf Farah, Anat Hadid, Samir Elias, Cynthia Saleem

Mediterranean Fever

Trama

Waleed vive a Haifa con la moglie e i figli, e ha da poco deciso di reinventarsi come romanziere. La pagina bianca però lo tormenta assieme a una forte depressione che neanche la terapia sembra poter curare. La sua concentrazione non è aiutata da un nuovo vicino di casa, Jalal, all'apparenza amichevole eppure molesto e poco rispettoso. L'iniziale conflitto tra i due lascia gradualmente spazio a un rapporto più sfaccettato, alimentato dall'evidente curiosità dei due uomini per i tanti non detti delle rispettive vite.

Regia

Maha Haj

Cast

Amer Hlehel, Ashraf Farah, Anat Hadid, Samir Elias, Cynthia Saleem

Genere

Drammatico

Paese di produzione

Germania, Francia, Cipro, Palestina

Anno di produzione

2022

Durata

108′

Premi

Il film è stato premiato al Festival di Cannes per la migliore Sceneggiatura

Calendario

martedì 19 settembre 2023
h: 17:30
3,50 € / Ingresso unico CinemaInFesta
giovedì 21 settembre 2023
h: 20:30
3,50 € / Ingresso unico CinemaInFesta
Novità

Per l'occasione la nostra Cucina propone per due sere mercoledì 20 e giovedì 21 settembre, dalle ore 19:00, la cena su prenotazione con questo menu:

  • Antipasto | Bruschetta al pomodoro e tortillas dAntipasto: Bruschetta al pomodoro e tortillas di patate
  • Primo | Cavatelli con crema di zucca e ricotta salata
  • Dolce | Torta vegan di carote della casa

Costo: €15 bevande escluse

Prenotazioni entro le 12:00 di mercoledì 20 settembre al 327 7034745

Recensioni

MyMovies - L'elemento politico nel cinema di Haj, che si è formata come scenografa tra gli altri per Elia Suleiman, è sempre un riflesso della dimensione domestica più che un discorso esterno di massimi sistemi. Eppure c'è nei suoi film un distinto orgoglio rivendicativo della cultura e dell'esperienza palestinese, che in Mediterranean Fever vive in modo frustrato nel cuore del protagonista Waleed, romanziere bloccato e depresso. La città che fa da sfondo alla storia non è luogo di integrazione e convivenza, ma un malinconico simulacro di una condizione esistenziale, come era del resto in Personal Affairs (primo lungometraggio della regista), da cui viene mutuato anche la mescolanza di registri, con delle punte di commedia e di assurdo a bilanciare un sottotesto ben più amaro.Molto del lavoro lo fa quindi la sceneggiatura (premiata nella sezione Un certain regard di Cannes), ma il film non può prescindere dalla chimica tra i protagonisti Amer Hlehel e Ashraf Farah, chiamati ad alternarsi come oggetto di curiosità per lo spettatore ed emblemi di mascolinità complesse, spezzate tra l'aderenza a un archetipo e la presenza sovversiva del segreto. Nemici-amici, complici e rivali, ma sempre fondamentalmente sulla stessa barca, i due aiutano a rendere credibile una parabola narrativa piuttosto ambiziosa nella sua traiettoria finale.

Prossimamente

  • Tatami, Zahra Amir Ebrahimi, Guy Nattiv
    Tatami, Zahra Amir Ebrahimi, Guy Nattiv
    lunedì 19 agosto 2024
  • Brigitte Bardot Forever, Lech Majewski
    Brigitte Bardot Forever, Lech Majewski
    martedì 13 agosto 2024
  • Fremont, Babak Jalali
    Fremont, Babak Jalali
    Da mercoledì 24 luglio 2024 a giovedì 25 luglio 2024
follow
us
bloom map
via Curiel, 39
20883 Mezzago (MB)
tel 039 623853
fax 039 6022742

Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate
Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate

© 2024 Cooperativa Sociale il Visconte di Mezzago - Cookie Policy
P.IVA 00920870961 - CF 08689650151