La
 
ragazza
 
d'Autunno
 

La ragazza d'Autunno, Kantemir Balagov

La ragazza d'Autunno

di Kantemir Balagov, Russia, 120
con Viktoria Miroshnichenko, Vasilisa Perelygina, Andrey Bykov, Igor Shirokov, Konstantin Balakirev.

La ragazza d'Autunno, Kantemir Balagov

Trama

Leningrado, 1945. La guerra è finita ma l'assedio nazista è stato feroce e la città è in ginocchio. Iya è una ragazza bionda, timida e altissima, che ogni tanto si blocca, per un trauma da stress. Lavora come infermiera in un ospedale e si occupa del piccolo Pashka. Ma quando la vera madre del bambino, Masha, torna dal fronte, lui non c'è più. Spinta psicologicamente al limite dal dolore e dagli orrori vissuti, Masha vuole un altro figlio e Iya dovrà aiutarla, a tutti i costi.

Regia

Kantemir Balagov

Cast

Viktoria Miroshnichenko, Vasilisa Perelygina, Andrey Bykov, Igor Shirokov, Konstantin Balakirev.

Durata

120′

Paese di produzione

Russia

Premi

Festival di cannes 2019, Un Certain Regard - Miglior Regia a Kantemir Balagov. Miglior attrice a Viktoria Miroshnichenko, Vasilisa Perelygina al Torino Film Festival 2019.

Calendario
 

giovedì 16 gennaio 2020
h: 20:30
venerdì 17 gennaio 2020
h: 20:30
domenica 19 gennaio 2020
h: 20:30
martedì 21 gennaio 2020
h: 21:30
mercoledì 22 gennaio 2020
h: 21:30

Recensioni
 

Mymovies.it - Balagov, non ancora trentenne, è senza dubbio uno dei registi più talentuosi della scena contemporanea, e questo secondo lungometraggio, che segue l'acclamato Tesnota, lo ribadisce e conferma. Difficile pensare ad un uso del colore più elegante, eloquente ed emozionante, o ad un cinema che trasudi altrettanta verità, tanto che pare di sentirne l'odore, l'aria intrisa di polvere, gli sbalzi di temperatura tra esterni e interni, il leggero graffio della lana grezza sulla pelle.
In anni in cui il contenuto è tornato al centro dell'interesse dei registi, e i loro virtuosismi si manifestano soprattutto nella ricerca di nuove formule del racconto, Beanpole riporta prepotentemente la forma in primissimo piano, rischiando la maniera, a volte sì, ma costruendo, nelle scene chiave, momenti indelebili di grande cinema.

 

Filmtv.press - l’intero film è costruito su una tensione cromatica giocata sulla complementarietà, sullo scontro tra rosso e verde. La stessa contrapposizione scelta da Alfred Hitchcock per La donna che visse due volte - e sia Iya sia Masha potrebbero essere considerate in questi termini, dato che su ognuna grava l’ingombrante e incombente presenza del passato: entrambe devono reggere il peso di colpe commesse o subite, dalle quali provano a sbarazzarsi reiventando le proprie vite. Del resto, nelle mani di un grande autore (e Balagov dimostra di esserlo, realizzando un’opera che si presenta come un vero e proprio terreno di scontro dove si combatte la battaglia dei rapporti fra immagine e significato) il colore non è decorazione, è struttura, proiezione estensiva del dramma.

 

Cineforum.it - La ragazza d'autunno è il racconto di due donne in un momento incerto dell’Urss, una cuspide tra l’annientamento e la rinascita, in cui a combattere non sono forze storiche ma universali, reazioni fisiche, esigenze emotive, istinti vitali, desideri di morte e di rinascita. Con le sue immagini calibratissime e coreografate, e al tempo stesso sempre minacciate dal fuoricampo (ed è questa forse l’eredità più autentica del cinema di Sokurov, maestro di Balagov), il film ha una forza impareggiabile e irresistibile: quella di trasmettere la Storia come «attrito del tempo» (Martin Amis). La devastazione e la redenzione si incarnano nei corpi e nei volti di donna delle due protagoniste, che sono illuse e vuote come la guerra non è mai stata e come solo il futuro sa essere.

Prossimamente
 

  • Dead Visions + Casual Tox + Penz
    Dead Visions + Casual Tox + Penz
    sabato 11 febbraio 2023
  • Tutto Il Nostro Sangue #42 | We Are Waves + EUF + Brina
    Tutto Il Nostro Sangue #42 | We Are Waves + EUF + Brina
    sabato 18 febbraio 2023
  • Painkillers + Crushed Cans + Simone Piva
    Painkillers + Crushed Cans + Simone Piva
    sabato 25 marzo 2023
follow
 
us
 
bloom map
via Curiel, 39
20883 Mezzago (MB)
tel 039 623853
fax 039 6022742

Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate
Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate

© 2023 Cooperativa Sociale il Visconte di Mezzago - Cookie Policy
P.IVA 00920870961 - CF 08689650151