Stranizza
d'Amuri

Stranizza d'Amuri, Giuseppe Fiorello

Stranizza d'Amuri

di Giuseppe Fiorello, Italia, 2023, 130
con Gabriele Pizzurro, Samuele Segreto, Fabrizia Sacchi, Simona Malato, Antonio De Matteo

Stranizza d'Amuri

Trama

Giugno 1982, in una calda Sicilia che freme per la Nazionale Italiana ai Mondiali di calcio, due adolescenti, Gianni e Nino, si scontrano con i rispettivi motorini lungo una strada di campagna.
Dallo scontro nasce una profonda amicizia, ma anche qualcosa di più, qualcosa che non viene visto di buon occhio dalle famiglie e dai ragazzi del paese. Coraggiosi e affamati di vita, Gianni e Nino non si curano dei pregiudizi, delle dicerie e vivono liberamente. Una libertà che gli altri non comprendono e non sono disposti ad accettare...

Stranizza d'amuri è dedicato a Giorgio e Antonio, vittime del delitto di Giarre, avvenuto nel 1980 in
provincia di Catania.

Regia

Giuseppe Fiorello

Cast

Gabriele Pizzurro, Samuele Segreto, Fabrizia Sacchi, Simona Malato, Antonio De Matteo

Genere

drammatico

Paese di produzione

Italia

Anno di produzione

2023

Durata

130′

Calendario

sabato 15 aprile 2023
h: 19:00
7,00 € / Intero
5,00 € / Ridotto over 65 e Soci Bloom
4,00 € / Ridotto Under 26
domenica 16 aprile 2023
h: 20:30
7,00 € / Intero
5,00 € / Ridotto over 65 e Soci Bloom
4,00 € / Ridotto Under 26
martedì 18 aprile 2023
h: 21:30
7,00 € / Intero
5,00 € / Ridotto over 65 e Soci Bloom
4,00 € / Ridotto Under 26
mercoledì 19 aprile 2023
h: 17:30
7,00 € / Intero
5,00 € / Ridotto over 65 e Soci Bloom
4,00 € / Ridotto Under 26
giovedì 20 aprile 2023
h: 17:30
7,00 € / Intero
5,00 € / Ridotto over 65 e Soci Bloom
4,00 € / Ridotto Under 26

Recensioni

Quinlan.it - Ci sono storie che è necessario raccontare. È una necessità a prescindere, che talvolta può mettere in ombra le precipue specificità cinematografiche. Avvenuto in provincia di Catania agli inizi degli anni Ottanta, il delitto di Giarre è un atroce fatto di cronaca che nell’Italia di oggi è pressoché dimenticato. L’abbiamo dimenticato perché probabilmente ci siamo illusi di essere un paese civilmente evoluto – e non lo siamo: basti pensare quanto ancora è lunga la strada dei diritti delle persone omoaffettive e quanta fatica è costata la pallidissima legge sulle unioni civili emanata nel 2016. Eppure l’Italia è un Paese tanto bello… Ma proprio non ce la fa a diventare anche bello dentro.

 

Sentieri Selvaggi - Beppe Fiorello mette in scena la Sicilia e le sue estati adolescenziali passate tra bar, spiagge e fiere di paese. Insieme agli sceneggiatori Andrea Cedrola, Carlo Salsa e Josella Porto, il regista si è concentrato molto sulla caratterizzazione psicologica dei personaggi. Dai carusi omofobi di paese e le conseguenti dinamiche di oppressione maschile, ai rispettivi genitori dei due protagonisti, il centro del discorso è sempre quello del feroce patriarcato siciliano dell’epoca. Stranizza d’amuri si apre proprio con una battuta di caccia al coniglio con Nino, il fratellino e lo zio, palese passaggio di testimone maschile di generazione in generazione. “Non ti scantare”, ripete lo zio armato di lupara, frase che appare come una rassicurazione ma a ripensarci assomiglia più ad una minaccia velata, un modo per mantenere sulla retta via il proprio successore.

 

Mymovies - Fiorello e i suoi cosceneggiatori Andrea Cedrola e Carlo Salsa tratteggiano tanto i vitelloni omofobi del bar e il patrigno violento quanto i genitori di Nino affettuosi, ironici e aperti agli altri, benché pronti a tramandare tradizioni che appartengono ad un patriarcato millenario. Personaggio pieno di ombre è invece la madre di Gianni, che ha già conosciuto la discriminazione nei confronti del figlio e vive nella paura di non saper proteggere né lui né se stessa dalla crudeltà della società patriarcale siciliana.

Prossimamente

  • La sala professori, Ilker Çatak
    La sala professori, Ilker Çatak
    giovedì 22 agosto 2024
  • Hit Man - Killer per caso, Richard Linklater
    Hit Man - Killer per caso, Richard Linklater
    lunedì 5 agosto 2024
  • BOMBETTA!fest 2024
    BOMBETTA!fest 2024
    sabato 21 settembre 2024
follow
us
bloom map
via Curiel, 39
20883 Mezzago (MB)
tel 039 623853
fax 039 6022742

Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate
Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate

© 2024 Cooperativa Sociale il Visconte di Mezzago - Cookie Policy
P.IVA 00920870961 - CF 08689650151