coppola.png

Fabrizio Coppola introduce STONER di J.E.Williams

Bloom si trasforma in salotto per appassionati di lettura.

In questa serata parleremo di  Stoner, romanzo di John Edward Williams. 

Troverai altri lettori con cui chiacchierare e condividere le tue impressioni sul libro.

A guidarci nella discussione Fabrizio Coppola cantautore, editor, e traduttore.

 

Prenota QUI.

 

********

Recensioni

Questo è un romanzo perfetto, così ben narrato, con una lingua superba e così profondamente toccante, da levare il fiato”.
THE NEW YORK TIMES

Il ritratto magistrale di un uomo autenticamente virtuoso”.
THE NEW YORKER

…la verità è che si possono scrivere dei pessimi romanzi su delle vite emozionanti e che la vita più silenziosa, se esaminata con affetto, compassione e grande cura, può fruttare una straordinaria messe letteraria. È il caso che abbiamo davanti”.
PETER CAMERON

«Uno dei più grandi romanzi americani del ventesimo secolo».
BRET EASTON ELLIS

«John Williams è uno di quegli scrittori che dopo aver letto non puoi fare a meno di consigliare perché hai la certezza che farai felice il tuo prossimo».
NICCOLÒ AMMANITI

«Stoner parla di resistenza ed è tra i migliori romanzi per tempi incerti che mi sia capitato di leggere. E questo, il nostro, è un tempo incerto».
PAOLO GIORDANO

L'artista?

Fabrizio Coppola from Italia

Fabrizio Coppola (Milano, 1974) è un songwriter e traduttore milanese. Ha pubblicato cinque dischi (La superficie delle cose, 2003; Una vita nuova, 2005; La stupidità Ep, 2009; Last Light on Earth, 2011; Waterloo, 2011) e tenuto concerti in tutta Italia e all’estero. Conduce la trasmissione su Radiopopolare Giocare col fuoco: storie, canzoni, poesie.

 

Quando?

  • Mercoledì 30 marzo 2022 ore 21:00

Prezzi?

  • Ingresso libero

Rassegna: OMNIVOROUS • La settimana secondo Fil

OMNIVOROUS_Locandina_ScrittaAMano.jpg

"Sicuramente senza Filippo il Bloom sarebbe stato diverso.
Forse nemmeno avremmo saputo chi fossero i Nirvana, i Thin White Rope e molti altri.
E non solo. Molte discussioni, molte decisioni, molte relazioni umane sarebbero state con meno anima, tutto sommato peggiori.
Non so niente di necrologi, panegirici e santi subito.
Però una cosa la so: senza Filippo siamo tutti più poveri."

Aldo Castelli, Presidente della Cooperativa.

 

 Un anno fa ci lasciava Filippo Scotti, socio fondatore della nostra Cooperativa ma prima di tutto un nostro amico.
In occasione della ricorrenza della sua scomparsa abbiamo deciso di dedicargli una settimana della nostra programmazione con tutto ciò che piaceva a lui, un onnivoro della cultura: letteratura, musica e cinema.

 

Ringraziamo tuttə coloro che hanno con diverse modalità contribuito a rendere possibile questa iniziativa.
 

    ....................

    Gli altri eventi