Tomica
e
le
Vie
Segrete
della
Sibilla

Tomica e le Vie Segrete della Sibilla, Andrea Frenguelli

Tomica e le Vie Segrete della Sibilla

di Andrea Frenguelli, Italia, 2023, 58
con Gabriele Antonielli, Alberico Alesi, Antonio Palermi, Paola Gigliotti, Samuele Mazzolini, Carlo Baccarelli, Michele Belia, Antonio Gialletti

Tomica e le Vie Segrete della Sibilla, Andrea Frenguelli

Trama

Tomica e le vie segrete della Sibilla è un documentario che racconta la storia alpinistica dei Monti Sibillini. Prendendo spunto dalla prima ripetizione in libera della sua via di arrampicata sportiva più impegnativa - Tomica - affacciata sui laghi di Pilato, nel cuore del Parco Nazionale, il film segue le mosse di Gabriele, giovane alpinista cresciuto nel mito
di un percorso leggendario e inviolato: i tentativi, le salite sui sentieri, le notti in bivacco,
fino alla catartica liberazione della via.
Un filo rosso che si intreccia con le storie dei vecchi e dei nuovi protagonisti di queste montagne, da sempre portatrici di un’aura di mistero e in costante, per quanto spesso tragico, cambiamento.

Regia

Andrea Frenguelli

Cast

Gabriele Antonielli, Alberico Alesi, Antonio Palermi, Paola Gigliotti, Samuele Mazzolini, Carlo Baccarelli, Michele Belia, Antonio Gialletti

Durata

58′

Paese di produzione

Italia

Anno di produzione

2023


Info

In sala il regista Andrea Frenguelli.

Calendario

giovedì 2 maggio 2024
h: 20:30
7,00 € / Intero
5,00 € / Ridotto over 65 e Soci Bloom
4,00 € / Ridotto Under 26
Novità

Cucina aperta, cena su prenotazione

Recensioni

Sntieri Selvaggi - Le montagne osservano, indicano la via, nascondono il loro aspetto tridimensionale. Guardarle dal basso, contemplarle oppure sfidarle, significa prendere coscienza che non può esistere unidimensionalità. Tomica e le vie segrete della Sibilla racconta, nella forma documentario, la storia alpinistica dei Monti Sibillini, di uno spazio d’avventura, tra l’Umbria e le Marche segnato dai continui sconvolgimenti del terremoto. Montagne in divenire. (...)
Un cinema muscolare e contemplativo, dove l’immagine si può “riavvolgere e capovolgere” secondo la stessa intenzione che ha guidato Werner Herzog per il suo Nomad dedicato alla figura dell’amico e grande esploratore Bruce Chatwin: un condensato temporale in cui presente e passato convivono e dove il montaggio si fa mappa e poi orientamento nel mondo. Scriveva in tal senso lo scrittore e viaggiatore di Sheffield ne Le vie dei canti: “Si credeva che ogni antenato totemico nel suo viaggio avesse sparso sulle proprie orme una scia di parole e di note musicali, e che queste Piste del Sogno fossero rimaste sulla terra come ‘vie’ di comunicazione fra le tribù più lontane. Un canto faceva da mappa e antenna. A patto di conoscerlo, sapevi sempre trovare la strada”. Tomica vuol testimoniare che queste vie esistono ancora.

Prossimamente

  • Gloria!, Margherita Vicario
    Gloria!, Margherita Vicario
    Da giovedì 2 maggio 2024 a mercoledì 8 maggio 2024
  • Cosa bolle in pentola? | Apertura della cucina con Menù alla carta
    Cosa bolle in pentola? | Apertura della cucina con Menù alla carta
    giovedì 25 aprile 2024
  • Navalny, Daniel Roher
    Navalny, Daniel Roher
    mercoledì 15 maggio 2024
follow
us
bloom map
via Curiel, 39
20883 Mezzago (MB)
tel 039 623853
fax 039 6022742

Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate
Nel cuore verde della Brianza a soli 30 minuti da Milano, 20 da Monza e 10 da Vimercate

© 2024 Cooperativa Sociale il Visconte di Mezzago - Cookie Policy
P.IVA 00920870961 - CF 08689650151